• default style
  • blue style
  • green style
  • red style
  • orange style
Giovedì 21 Nov 2019

ASI - NAPOLI

Associazioni Sportive Sociali Italiane - Ente promozione sportiva


Stampa

AFFILIAZIONI

 

 

Affiliarsi con ASI NAPOLI vuol dire avere tutti questi vantaggi:

Iscrizione al registro CONI per Società Sportive Dilettantistiche e Associazioni Sportive Dilettantistiche;

Rilascio delle tessere per i propri affiliati con validità annuale (365 giorni);

Accesso ad un’area riservata protetta da password, dedicata ad ogni associazione o società affiliata, per una maggiore autonomia nel processo di affiliazione dei propri tesserati, ottimizzando tempi e procedure assicurative;

Validità dei propri tesseramenti con inizio dal momento stesso dell’inserimento nel gestionale, eliminando l’annualità del tesseramento che causava perdite economiche e operative per ogni Associazione/Società;

L’Ufficio fiscalità ASI e il form “Chiedilo ad ASI Napoli” sempre pronti a darvi il supporto necessario per le affiliazioni e per quant'altro necessario;

Esenzione fiscale attività sportive e istituzionali svolte verso i soci delle vostre associazioni (ASD), regolarmente iscritte alla ASI [art, 148 del Tuir Comma 3 Circ. Ministerodelle Finanze 124/ E/98) solo per le associazioni (ASD) regolarmente costituite;

Esenzione fiscale Bar Sociale art. 148 del Tuir Comma 5 e Circ. Ministero delle Finanze 124/E/98) solo per le associazioni (ASD) regolarmente costituite;

Assicurazione per la pratica di tutte le attività motorie e sportive, con durata di 12 mesi e con diverse formule integrative;

Assicurazione di Responsabilità Civile per tutte le attività sportive e sociali nella Sede dell'associazione (ASD) o presso altri impianti dove vengo svolte competizioni o eventi;

Convenzione SIAE per sconti nei pagamenti dei compensi su diritti musicali per diffusione nelle attività didattiche, di allenamento, gare, manifestazioni, feste e per tutte le attività socio-culturali;

Aggiornamento in tempo reale delle normative relative alle associazioni (ASD) per essere sempre in regola;

Riduzione del 50% sulle tasse sulla pubblicità;

Applicazione della normativa vigente in materia di compensi erogabili per prestazioni sportive dilettantistiche agli Assistenti, Maestri, Insegnanti o ai Direttori che partecipano all'attività sportiva con i benefici delle Legge 342 /2000, ari. 37 (DPR 22/12/86 n°917 art, 81 comma 1 lettera M art 83 comma 2) fino a Euro 7.500 per un anno in esenzione di imposte (anche Irap), ritenute d'acconto. Empals-Inail solo per le attività sportive ed associazioni o società regolarmente costituite in regola con l'art. 90 della Finanziaria 2003;

Possibilità di ottenere dagli Enti locali contributi per le manifestazioni sportive;

Possibilità per le associazioni di somministrare alimenti e bevande alcoliche in deroga ai piani Comunali;

Possibilità di detrazione del reddito delle persone fisiche delle iscrizioni e abbonamenti per i figli minori (da 5 a 18 anni) alle associazioni (ASD) fino a Euro 210,00 annue (comma 319 Legge 27/12/2006 n° 296);

Possibilità di ottenere dalle aziende corrispettivi in denaro o natura che, fino a Euro 200.000,00, costituisce per le medesime spese di pubblicità e sono quindi deducibili dal reddito d'impresa;

Organizzazione di corsi, a costo ridotto, per il rilascio di brevetti per l'utilizzo dei defibrillatori (Attestato di idoneità all'utilizzo dei defibrillatori BLSD).

Se non sai come fare a chi rivolgerti o qual'è la procedura di affiliazione allora sei nel posto giusto!!!

 

 

REGISTRO CONI

 

È già da un po’ di tempo – due anni per la precisione – che sentiamo parlare del nuovo Registro CONI e delle importanti novità introdotte.

PREMESSE – IL CONI ORGANISMO CERTIFICATORE
Dopo un 2018 con funzionalità limitate, a partire dal primo gennaio del 2019 il Registro Coni ha definitivamente cambiato volto riformando la sua precedente conformazione e i propri requisiti per il mantenimento dell’iscrizione e conseguentemente del riconoscimento sportivo.
Prima di iniziare a parlare del Registro occorre fare due premesse. La prima è la conferma che il Coni è l’unico organismo certificatore dell’effettiva attività sportiva dilettantistica svolta, dove per attività sportiva dilettantistica il riferimento è l’elenco delle discipline sportive definite con la delibera del CONI numero 1569 del maggio 2017. La seconda premessa riguarda invece l’iscrizione al Registro CONI: lo strumento adottato dal CONI per riconoscere definitivamente ai fini sportivi una associazione o società è il Registro, ovvero l’iscrizione dell’ente all’interno dello stesso.
Fissati questi punti è adesso più chiaro che dalla variazione delle regole di funzionamento di iscrizione al Registro e di mantenimento della stessa potrebbero derivare pesanti conseguente per le Associazioni o Società sportive dilettantistiche.

IL NUOVO REGISTRO CONI – SEZIONE PUBBLICA E RISERVATA
Cerchiamo quindi di tratteggiare assieme le caratteristiche di questo nuovo Registro 2.0.
Il registro si compone di due Sezioni, una Pubblica e una Riservata. La Sezione Pubblica, come dice il nome stesso, è liberamente accessibile da chiunque si connetta al sito del CONI. Già da questa pagina sono visibili una serie di informazioni dell’ente affiliato fino ad oggi inedite. Ma non è finita qui, con le proprie credenziali qualsiasi sportiva dilettantistica potrà accedere alla propria sezione Riservata. Da questa sezione si ha accesso ad una panoramica informativa completa dell’Associazione o Società sportiva dilettantistica. Navigando tra le varie schede è facile notare la grande mole e qualità dei dati presenti come le affiliazioni, i tesserati in corso di validità e tanti altri. Tra le differenti sezioni ce ne è una inedita, quella relativa alle Attività.
È quella che maggiormente ha destato apprensioni, soprattutto con riferimento al mantra collegato “almeno un evento l’anno” che da gennaio ha iniziato ad impazzare nel settore.
Prima di passare a commentare questa novità voglio però darti una notizia che potrebbe non piacerti: sia l’Agenzia Entrate sia l’INPS possono liberamente accedere a tale sezione. L’Agenzia delle Entrate su tale possibilità ha pure chiaramente ammesso – con la celebre circolare 18/e del 2018– che sulla base delle attività risultanti dal Registro individuerà i soggetti sui quali effettuare il controllo. Certamente essere controllati può non far piacere, tuttavia, nel tentativo di vedere il bicchiere mezzo pieno, questo può essere un utile strumento per distinguersi e dimostrare la concretezza della tua attività sportiva.

IL NUOVO REGISTRO CONI – EVENTI SPORTIVI
Tornando agli eventi, se ne prevedono tre tipologie che, anche se in mancanza di specifici chiarimenti, cerchiamo di commentare uno ad uno:
Attività Sportiva: costituisce l’attività principe di ciascuna sportiva dilettantistica, difficile immaginare un ente che non svolga questo tipo di attività;
Attività Didattica: è l’attività mirata alla diffusione dello sport, potrebbe essere quindi identificata come un’attività propedeutica o di introduzione allo stesso;
Attività Formativa: è un’attività che si distingue dalle altre non trattandosi di una vera e propria attività fisica in quanto sembra spostarsi più sul lato teorico e conoscitivo delle varie discipline.
Una volta descritte queste attività rimane da chiarire chi può organizzarle. Sicuramente l’ente sportivo di riferimento ovvero l’organismo affiliante oppure, come enunciato all’interno del Regolamento al Registro, Associazioni o Società espressamente autorizzati dall’Organismo Sportivo di Affiliazione.
Arrivato a questo punto emerge chiaramente che sostanzialmente sono due le grandi novità. La prima, l’ingente flusso di dati liberamente a disposizione dei controllori. La seconda, il nuovo ulteriore obbligo imposto dal regolamento di svolgere una comprovata attività sportiva, dove il riferimento è l’elenco CONI.

IL NUOVO REGISTRO CONI
EVENTI SPORTIVI: PERCHE’ ORGANIZZARLI

Ti starai adesso domandando se sia effettivamente necessario svolgere una attività sportiva che venga documentata all’interno del Registro. La risposta non può che essere positiva, vediamo insieme per punti il perché:
la delibera n. 1574 del Consiglio Nazionale del CONI che ha introdotto il Registro 2.0 consente il libero accesso ai controllori;
la Circolare 18e dell’Agenzia ammette chiaramente che se non vengono mappate sul Registro le attività aumentano le probabilità di essere selezionati ai fini di un controllo;
tra i requisiti per l’iscrizione, ovvero per il mantenimento della stessa, vi è lo svolgimento di una comprovata attività sportiva e didattica;
tra le specifiche tecniche, più precisamente tra le procedure automatiche di sospensione dal Registro vi è il caso di mancata partecipazione ad eventi sportivi.
Cosa fare, soprattutto in questa prima fase, per adempiere a quanto richiesto?
Ciascuna Associazione/Società affiliata dovrà trasmettere al proprio Comitato l’evento eventualmente organizzato e i tesserati in corso di validità partecipanti allo stesso; questa dovrà diventare una prassi consolidata al pari di quella del tesseramento.

RIAPERTURA DEI TERMINI
Ed ecco in conclusione una buona notizia! A seguito dell’ultima Circolare di ASI Nazionale, fino al giorno 30 settembre 2019 il CONI, al fine di venire incontro alle Asd e Ssd ad oggi riconosciute, ha riaperto i termini per la comunicazione degli Eventi Sportivi e Formativi svoltisi dal primo gennaio 2019 ad oggi. Un’occasione pertanto da non perdere quella di andare ad iscrivere nel registro le attività fino ad oggi effettuate e non tracciate.

Info e contatti:

Sabrina 338 2979468

 

Newsletter

Iscriviti alla newsletter curata dall'ufficio stampa dell'ASI Napoli e riceverai in anteprima, notizie su eventi e manifestazioni, informazioni, comunicati stampa e tanto altro ancora.

Invia la tua richiesta di personale

Notizie in anteprima

II Edizione "Nuoto sotto l'Albero"

II_ED_NUOTO_SOT...
Image Detail

MEMORIAL VITTORIO RAIOLA

V MEMORIAL VITT...
Image Detail

VI° MEMORIAL VITTORIO RAIOLA

VI MEMORIAL VIT...
Image Detail

Chi è on line

Abbiamo 6 visitatori e nessun utente online

Scai for Fit

Sponsor Padel4all

Sponsor Speffy